english version

HUMAN RIGHTS? #CLIMA

Art Can Save The World

a cura di Roberto Ronca


Rassegna Internazionale di Arte Contemporanea
7 settembre | 31 dicembre 2019
Fondazione Opera Campana dei Caduti | Rovereto | TN | Italy

Vernissage Sabato 7 Settembre alle 18,00


167 ARTISTI DA 35 PAESI LANCIANO UN ALLARME URGENTE: SAVE THE WORLD!


INDIA GERMANY ITALY BULGARIA RUSSIA ENGLAND BELGIUM FRANCE USA PUERTO RICO ALBANIA COSTA RICA POLAND

CZECH REPUBLIC CHILE NIGERIA CUBA HUNGARY TURKEY GREECE SWITZERLAND SPAIN SWEDEN JAPAN FINLAND

MEXICO VIETNAM VENEZUELA ROMANIA COLOMBIA CYPRUS BRAZIL NETHERLAND PORTUGAL LATVIA



HUMAN RIGHTS? #CLIMA – Edizione 2019

Agenda 2030 UNRIC così parla del problema del cambiamento climatico: “Il cambiamento climatico interessa i Paesi di tutti i continenti. Esso sta sconvolgendo le economie nazionali, con costi alti per persone, comunità e paesi oggi, e che saranno ancora più gravi un domani. Le persone stanno sperimentando gli impatti significativi del cambiamento climatico, quali ad esempio il mutamento delle condizioni meteorologiche, l’innalzamento del livello del mare e altri fenomeni meteorologici ancora più estremi. Le emissioni di gas a effetto serra, derivanti dalle attività umane, sono la forza trainante del cambiamento climatico e continuano ad aumentare.
Attualmente sono al loro livello più alto nella storia. Se non si prendono provvedimenti, si prevede che la temperatura media della superficie terrestre aumenterà nel corso del XXI secolo e probabilmente aumenterà di 3°C in questo secolo – alcune aree del pianeta sono destinate a un riscaldamento climatico ancora maggiore. Le persone più povere e vulnerabili sono le più esposte.
Attualmente ci sono soluzioni accessibili e flessibili per permettere ai paesi di diventare economie più pulite e resistenti. Il ritmo del cambiamento sta accelerando dato che sempre più persone utilizzano energie rinnovabili e mettono in pratica tutta una serie di misure che ridu

cono le emissioni e aumentano gli sforzi di adattamento. Tuttavia il cambiamento climatico è una sfida globale che non rispetta i confini nazionali. Le emissioni sono ovunque e riguardano tutti. È una questione che richiede soluzioni coordinate a livello internazionale e cooperazione al fine di aiutare i Paesi in via di sviluppo a muoversi verso un’economia a bassa emissione di carbonio. Per far fronte ai cambiamenti climatici, i paesi hanno firmato nel mese di aprile un accordo mondiale sul cambiamento climatico (Accordo di Parigi sul Clima).”

Ciò che gli Artisti sono invitati a fare, quindi, è scuotere e invitare a riflettere! HUMAN RIGHTS? per sua stessa natura ha avuto da sempre questa vocazione alla provocazione positiva e propositiva, perché anche in questa edizione di questo si tratta: provocare ed essere propositivi al contempo, così da scuotere la sensibilità delle persone con vibrazioni anche intense, pur trasmettendo al contempo un messaggio e un invito al “insieme possiamo’.”
HUMAN RIGHTS?#CLIMA è una edizione di certo complessa e AIAPI è consapevole che come sempre gli Artisti sanno sorprendere con idee che solo la creatività e la libertà di pensiero possono suggerire. L’arte, che con il suo grande potere ci aiuta a riflettere e ad agire, viene resa chiara e diretta, alla portata di tutti: questo è l’obiettivo primario di AIAPI, che intende ‘restituire’ l’arte alle persone, che ora la possono vivere con maggiore rilassatezza, con più intenso coinvolgimento così da sentirsi parte di un messaggio più grande. Agli Artisti il compito di parlare di grandi sfide. Agli organizzatori, la Fondazione Opera Campana dei Caduti e AIAPI, il complesso ma interessantissimo incarico di coinvolgere le migliori proposte tra le tantissime dei grandi talenti di tutto il mondo.

La FONDAZIONE OPERA CAMPANA DEI CADUTI | ROVERETO (TN)

 La città di Rovereto ospita sul Colle Miravalle la grande Campana dei Caduti, Maria Dolens, intuita e voluta dal sacerdote roveretano don Antonio Rossaro
all’indomani della Grande Guerra come simbolo imperituro di condanna del conflitto, di pacificazione delle coscienze, di fratellanza fra gli uomini, di solidarietà fra i popoli. Realizzata col bronzo dei cannoni offerto dalle nazioni partecipanti al primo conflitto mondiale, suonò il primo rintocco il giorno
4 ottobre 1925, alla presenza del Re Vittorio Emanuele III.
In tutti questi anni ha fatto sentire alta la sua voce suonando ogni sera i cento rintocchi di ammonimento alla vita e alla pace.
Uomini di Stato, Presidenti ed Ambasciatori unitamente a cittadini di ogni Nazione, le hanno reso omaggio e continuano a sentirla come voce della propria coscienza. Ben 94 Nazioni hanno esposto il loro vessillo intorno a Maria Dolens, nome di battesimo della Campana stessa, lungo il Viale delle Bandiere e sulla Piazza delle Genti, a testimoniare, anche visibilmente, la fedeltà ad un messaggio, ad una sorta di “Patto della Pace”.

Il 18 gennaio 1968, con decreto del Presidente della Repubblica, Giuseppe Saragat, nasce quale ente morale la Fondazione Opera Campana dei Caduti.
Nelle finalità della Fondazione particolare attenzione è rivolta all’educazione delle nuove generazioni, alla cultura della pace, della non-violenza e dei diritti umani.

GLI ARTISTI

Laura Alunni Marco Anastasi Simone Anticaglia Alfredo Avagliano Rossella Baldecchi Jean Paul Baret PG Baroldi Matteo Battellino Serena Battisti Bernie Bi@ Alessandra Bisi Bluer Gina Bonasera Claudine Boucq Enrico Bovi Riccardo Buonafede Eduardo Cabrer Luciano Caggianello Clelia Caliari Silvia Canton Maria Capellini Paolo Ceccon Christina G Hadely Antonella Ciceri Alex Coin Laura Corre Crisalidi di Artecalza e Scuola Giovanni XXIII di Treviso Margarita De Andreis Francesco De Lorenzo Giuseppe De Michele Albert Dedja Brigitte Dietz Evelyne Dominault Maria Donnici Ruggero Dovico Claudio Elli Cata Espina Cristina Faes Sève Favre Sofia Fotiadou Theodora Foutrou Ignazio Fresu Antonio Fumagalli Eleftheria Galati Aranka Gèrnè Mezősi Silvana Giannelli Silvio Giannini Fabrizio Giusti Rifat Koray Gőkan Katerina Grapsia Mihai Grosu Cristina Gualmini Jadwiga Hajdo Lydia Hoffnungsthal Tomasz Holuj Il Nastro Rosso Diane Marie Jacobs Patricia Jacomella Bonola Petra Jovanovska Maria Korporal Fenia Kotsopoulou Stella Kukulaki Binh Le Thanh Annalisa Lenzi Laura Lepore LOBERG Lavinia Longhetto e Lorenzo Cantarella Roberto Lorenzini Lilia Lujàn Ornella Luvisotto Giuliana Magalini Magenta Artistic Collaboration Antonella Maggi Gabriella Maldifassi Chaitali Mallick Daftari Rosy Mantovani Maria Rosaria Marchi Nata Marcillac Mariolina Laura Marmai Roberta Masciarelli Olga Mazyarkina Giovanni Mazzi Claudia Mazzitelli MEMO_ART – Marianna Merler e Christian Molin  Georgios Merianos Francesco Mestria Maria Micozzi Elisa Migliaccio Nguyễn Minh Tân Gala Mirissa e Delawer Omar Anna Montanaro Luca Morselli Carlotta Morucchio Martha Mosquera Maurizio Muscettola Gabriela Natera Margaret Nella Arianna Niero Nikolinka Nikolova N’Uova Art Simo Nygren Giulio Orioli Elena Ospina Lia Pascaniuc pbellina Caterina Peterlini Monica Piazzetta Luca Piccini Yajaira M Pirela M Graziana Pizzini Liala Polato Andrea Prandi Punto Critico Quellodelleuova Roberto Ramirez Anchique Silvia Rea Gloria Rech Tiziana Ricco Stefano Rosa Franco Rotella Imerio Rovelli Agnese Rudzite Carolina Saidenberg Silvia Sanna Carolina Santoli Antonella Sassanelli Cinzia Scarpa Vittorio Sedini Antonella Soria Jessica Spagnolo e Francesco Fai Maria Stamati Andrea Tabacco Grazyna Tarkowska Simonetta Testa Thyra & Anjan Barbara Tisocco Diana Tonutto Kerassia Touliatou O. Yemi Tubi/MOYAT Cetti Tumminia Guadalupe Urrutia Raffaella Vaccari Regina Vater Sonia Vinaccia Elena Visotto Petr Vlach Max Volpa Madeleine Wories Mari Yamagiwa YOPOZ Stefano Zaghetto Denis Zanardo Cristina Zanella Iaia Zanella Francesco Zavattaro Ardizzi Paola Zucchello Susi Zucchi

Performance di Giovanna D’Amico  & Filomena Di Brigida – In Heaven everything is fine

Performance acustica di Endrio Perrotta & PG BaroldiNew Art Sound System Caesar

TAM CAGLIARI | Mimmo Di Caterino & Barbara Ardau – Incursione performativa – Sosteniamo il movimento per l’apertura dell’Accademia delle Belle Arti a Cagliari

STRUTTURA ORGANIZZATIVA

DIREZIONE ARTISTICA Roberto Ronca
COORDINAMENTO E GESTIONE PROGETTO SPAZIO-TEMPO Arte
IDEAZIONE Roberto Ronca e Debora Salardi
COMUNICAZIONE Debora Salardi
PUBBLICHE RELAZIONI Debora Salardi, Ornella Luvisotto, Gabriella Maldifassi
CONCEPT COORDINATOR Piergiorgio Baroldi

SEDE Fondazione Opera Campana dei Caduti – Rovereto (TN) Italy
UFFICIO STAMPA | AIAPI | Spazio-Tempo Arte | Art&Forte
AMMINISTRAZIONE Studio Baroldi
WEBDESIGN Spazio-Tempo Arte
ASSISTENZA LEGALE Maria Antonietta Maggi
AIAPI FACEBOOK MANAGER e SPAZIO-TEMPO ARTE FACEBOOK MANAGER Alfredo Avagliano

KEY ACCOUNT MANAGER ITALIA Francesco Fai, Daniela Tabarin

KEY ACCOUNT MANAGER CANADA Olivier Leogane

KEY ACCOUNT MANAGER GRECIA Elina Tsingiriglou

PATROCINI UNRIC – Sustainable development Goals | IAA AIAP UNESCO  | Provincia di Trento | Comune di Rovereto
PERIODO 7 settembre | 31 dicembre 2019
WEB aiapi.itspaziotempoarte.com | http://www.fondazioneoperacampana.it/it/

INFO clima@aiapi.it

GUARDA TUTTE LE EDIZIONI DI “HUMAN RIGHTS?”

DIREZIONE PROGETTO – I REFERENTI

Roberto Ronca | Direttore Artistico | Art Curator | artcurator@aiapi.it

Debora Salardi | Organizzazione e Comunicazione | Pubbiche Relazioni | organizzazione@aiapi.it

Piergiorgio Baroldi | Concept Coordinator | Amministrazione | amministrazione@aiapi.it

Ornella Luvisotto | Public Relations | pr@aiapi.it